15 Gen 2017

La Giunta regionale, con deliberazione n. 1402 dello scorso 27 dicembre (in allegato), ha approvato alcune disposizioni di prima applicazione della recente legge regionale n. 85 in tema di esercizio delle funzioni regionali in materia di uso razionale dell’energia.
In particolare, la deliberazione contiene: l’importo dei contributi connessi ai rapporti di efficienza energetica e alle ispezioni in vigore dal 1 gennaio 2017 su tutto il territorio della regione Toscana, suddiviso per tipologia di impianti, le modalità di acquisizione di tali contributi alla Regione e le disposizioni transitorie.

La deliberazione fa seguito alla legge n. 85 del 2016 (in allegato), la quale, portando a compimento un processo già avviato con precedenti leggi regionali, ha trasferito alla Regione ulteriori competenze in materia di uso razionale dell’energia.
In particolare, dal 1 gennaio 2017, compete alla Regione il controllo degli impianti termici su tutto il territorio regionale.  La Regione, per tali funzioni, per quelle collegate alle verifiche sugli attestati di prestazione energetica degli edifici e per la gestione del sistema informativo regionale sull’efficienza energetica in edilizia, si avvarrà successivamente di un unico organismo regionale in cui confluiranno le società provinciali in cui la Regione è già subentrata.
La legge individua quindi in ARRR (Agenzia Regione Recupero Risorse) tale organismo unico.

In allegato i documenti normativi sopra richiamati della modifica alla legge regionale in tema di efficienza energetica e una circolare dell’Agenzia Fiorentina per l’energia.