La Regione Toscana intende agevolare la realizzazione di progetti di investimento in attività di innovazione delle PMI, in particolare per l’acquisizione di servizi di audit che testino la maturità delle imprese rispetto alle tecnologie 4.0.

Beneficiari: micro, piccole e medie imprese, compresi i liberi professionisti, in forma singola o associata (ATS, ATI, Reti di impresa con o senza personalità giuridica, Consorzi, società consortili), appartenenti al settore manifatturiero.

Tipologia di intervento finanziabile: servizi di audit finalizzati alla diagnosi del livello di maturità delle imprese rispetto alle tecnologie 4.0, comprensiva di indagine circa le intenzioni di intraprendere un percorso advanced manufacturing coerente con quelli riportati nel bando. Tale rilevazione può avvenire mediante utilizzazione del questionario regionale di autovalutazione messo a disposizione sulla piattaforma regionale www.cantieri40.it oppure, laddove vengano utilizzati strumenti diversi, garantendo che i dati raccolti e gli output siano messi a disposizione per le analisi previste.

Forma e intensità dell’agevolazione: il contributo sarà concesso a fondo perduto, nella modalità di voucher, nelle seguenti percentuali:

  • 60% per la micro impresa
  • 50% per la piccola impresa
  • 40% per la media impresa

Dimensioni investimento:

  • minimo: € 5.000
  • massimo: € 7.500 per la micro impresa, € 12.500 per la piccola impresa, € 20.000 per la media impresa.

Durata dei progetti: 6 mesi dalla pubblicazione sul BURT del provvedimento di concessione dell’agevolazione

Spese ammissibili: spese per servizi di audit ossia consulenze in materia di innovazione per l’implementazione del paradigma Industria 4.0. I contratti ed i costi sono ammissibili se stipulati, fatturati e pagati dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda.

Valutazione della domanda: le graduatorie saranno definite sulla base di criteri di valutazione che terranno conto del grado di novità del progetto, della validità tecnica, della validità economica, ecc. come meglio specificato nel bando (pag. 23).

Risorse disponibili: 1,5 milioni di euro.

Apertura: la domanda potrà essere presentata on-line, sul portale di Sviluppo Toscana, a partire dalle ore 9.00 del 3 aprile 2018. Le domande potranno essere presentate in via continuativa fino ad esaurimento risorse.

In allegato il regolamento di bando.