Il sostegno alle imprese sarà realizzato mediante due bandi, il primo dedicato a micro, piccole e medie imprese (MPMI) per l’acquisizione di servizi per l’innovazione,  il secondo a sostegno di progetti innovativi di carattere strategico o sperimentale promossi da aggregazioni di MPMI. Entrambe le misure apriranno dal 1° dicembre 2016. Di seguito sono riepilogate le principali caratteristiche dei due bandi.

BANDO A – SOSTEGNO ALLE MPMI PER L’ACQUISIZIONE DI SERVIZI PER L’INNOVAZIONE

I progetti di investimento verranno ricondotti alla diverse tipologie di attività innovative previste nel Catalogo dei Servizi avanzati e qualificati, allegato al bando. Saranno finanziati progetti di innovazione legati alle priorità indicate dalla strategia di Smart Specialisation toscana, quindi ICT e Fotonica, Fabbrica Intelligente (automazione, meccatronica, robotica), Chimica e nanotecnologie.

Beneficiari: MPMI in forma singola o associata (ATS, ATI,Reti con o senza personalità giuridica, Consorzi) dei settori manifatturiero, turismo, commercio e terziario.

Dimensioni del progetto: minimo € 15.000 – massimo € 100.000 (il progetto può prevedere anche l’attivazione di due tipologie di servizi).

Modalità e % di aiuto: contributo a fondo perduto nella forma di voucher, con ricorso alla delegazione di pagamento da redigersi secondo il modello che sarà reso disponibile dagli uffici regionali. Le intensità di aiuto variano dal 30% per la media impresa e fino al 70% per la micro impresa, a seconda della tipologia di servizio attivato (in specifici casi sono previste maggiorazioni della % di aiuto).

Risorse disponibili: € 10,4 mln

BANDO B – SOSTEGNO A PROGETTI INNOVATIVI DI CARATTERE STRATEGICO O SPERIMENTALE

I progetti dovranno prevedere l’attivazione di una combinazione di tipologie di servizi previsti nel Catalogo da ricondurre ai seguenti interventi:

– attività innovative di accompagnamento e consolidamento delle aziende (audit tecnologici, assunzione temporary manager, ecc.)

– percorsi di implementazione di tecnologie in chiave Industria 4.0

– attività di innovazione commerciale e presidio strategico dei mercati

Saranno finanziati progetti di innovazione legati alle priorità indicate dalla strategia di Smart Specialisation toscana, quindi ICT e Fotonica, Fabbrica Intelligente (automazione, meccatronica, robotica), Chimica e nanotecnologie, con priorità specifica a progetti coerenti con la strategia su Industria 4.0.

Beneficiari: MPMI in forma aggregata o associata (ATS, ATI,Reti con o senza personalità giuridica, Consorzi) dei settori manifatturiero, turismo, commercio e terziario.

Dimensioni del progetto: minimo € 40.000 totali – massimo € 100.000 per singola impresa aggregata

Modalità e % di aiuto: contributo a fondo perduto nella forma di voucher, con ricorso alla delegazione di pagamento da redigersi secondo il modello che sarà reso disponibile dagli uffici regionali. Le intensità di aiuto variano dal 60% per la media impresa e fino all’80% per la micro impresa, a seconda della tipologia di servizio attivato (con  maggiorazione del 10% per aziende insediate nel Parco agricolo della Piana di Firenze.

Risorse disponibili: € 14 mln

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE E ISTRUTTORIA

Per entrambi i bandi sarà possibile presentare domanda a partire dalle ore 9,00 del 1° dicembre 2016, accedendo al sistema gestionale di Sviluppo Toscana. L’attività di valutazione e selezione dei progetti ha cadenza mensile per il bando A e semestrale per il bando B (01/04 e 01/10 di ogni anno), fino ad esaurimento risorse.

La selezione dei progetti avverrà con procedura valutativa. I criteri di selezione riguarderanno il grado di novità del progetto, la validità tecnica ed economica, le competenze coinvolte, ecc. e saranno attribuite specifiche premialità ad esempio a progetti coerenti con la strategia Industria 4.0. È previsto un punteggio minimo da raggiungere e, a parità di punti, sarà data priorità alle imprese con rating di legalità e successivamente in ordine cronologico in base alla data di presentazione della domanda.

Sul sito della Regione Toscana è possibile accedere ai provvedimenti relativi al bando A  ed al bando B.