Approvata la riforma degli ITS

Lug 13, 2022

Print Friendly, PDF & Email

La Camera dei Deputati ha approvato in data 12.7.2022, dopo quasi un anno di iter, la proposta di legge sulla riforma degli ITS prevista dal PNRR. Un traguardo importante per garantire al sistema di istruzione terziaria professionalizzante di poter camminare su proprie gambe e rispondere alla domanda di innovazione e di qualità della formazione delle imprese.

In sintesi, le principali novità: 

    • Il nome ITS diventa ITS Academy e ITS sta per Istituti Tecnologici Superiori
    • Ruolo delle imprese:
      • Di norma il presidente dell’ITS sarà espressione delle imprese che avranno la responsabilità della governance. Va rilevato che, secondo i dati del monitoraggio Indire, i migliori ITS d’Italia sono quelli a presidenza imprenditoriale;
      • Stage aziendali e tirocini formativi saranno obbligatori almeno per il 35% della durata del monte orario complessivo dei percorsi ITS e potranno essere svolti anche all’estero e sono adeguatamente sostenuti da borse di studio; 
      • la docenza degli Istituti dovrà arrivare “per almeno il 60% del monte orario complessivo” dal mondo del lavoro e dell’impresa;
      • credito d’imposta al 30% per le imprese che decidono di investire negli ITS (che diventa 60% nei territori con gap competitivi), uno strumento fondamentale soprattutto per coinvolgere più attivamente le PMI.
    • Finanziamento stabile: gli ITS potranno contare sul Fondo per l’istruzione tecnologica superiore, istituito dal Ministero dell’Istruzione. Si tratta di un finanziamento stabile per gli ITS, e sono previsti a partire da quest’anno 48,35 milioni di euro. La programmazione sarà triennale.
    • Monitoraggio premiale più incisivo, con revoca dell’accreditamento se per 3 anni la valutazione è stata negativa per più del 50% dei corsi.
    • Sistema di orientamento potenziato a partire dalla scuola secondaria di primo grado e collaborazione delle imprese, anche in rete.
    • Rapporti con le università: promossa la collaborazione e accordi per ben distinguere i percorsi ITS da quelli universitari ma anche consentire passerelle tra gli uni e gli altri e viceversa.

In allegato il testo della riforma approvata, che sarà pubblicato a breve in Gazzetta Ufficiale.

ARTICOLI CORRELATI

Big Science Business Forum 2024

Dopo il successo delle precedenti edizioni di Copenaghen (2018) e Granada (2022), torna il Big Science Business Forum che si terrà a Trieste dal 1 al 4 ottobre 2024. Il BSBF è un congresso orientato...

Premio Impresa Sostenibile – edizione 2024

Il Premio Impresa Sostenibile 2024, organizzato dal Sole 24 Ore in collaborazione con Piccola Industria di Confindustria e la Pontificia Accademia per la Vita, celebra la sua terza edizione con...

RICERCA