Bandi per attività di ricerca e sviluppo sull’idrogeno.

Apr 8, 2022

Print Friendly, PDF & Email

In attuazione della Missione 2 “Rivoluzione verde e transizione ecologica” del PNRR, il Ministero della Transizione Ecologica (MITE) ha aperto due bandi per investimenti in progetti di ricerca e sviluppo in materia di idrogeno.

Le due misure si distinguono tra bando A, dedicato ad enti di ricerca e università, e bando B destinato alle imprese. Di seguito le principali caratteristiche.

Bando A

Destinatari

E’ rivolto agli organismi di ricerca pubblici per la selezione di progetti di ricerca fondamentale nel settore dell’idrogeno. I soggetti proponenti possono presentare progetti anche congiuntamente tra loro o con imprese, fino ad un numero massimo di 5 soggetti. Le imprese possono partecipare unicamente in qualità di co-proponenti (non capofila) con una percentuale di partecipazione non inferiore al 5% e non superiore al 15% del costo totale del progetto.

Attività ammissibili

I progetti devono prevedere attività di ricerca fondamentale relative a una delle seguenti tematiche:

  • produzione di idrogeno clean e green;
  • tecnologie innovative per lo stoccaggio e il trasporto dell’idrogeno e la sua trasformazione in derivati ed e-fuels;
  • celle a combustibile per applicazioni stazionarie e di mobilità.

Sono ammissibili le spese relative a personale, strumenti e attrezzature, servizi di consulenza, materiali utilizzati nello svolgimento del progetto e spese generali.

Dimensione dei progetti

Per essere ammissibili alle agevolazioni, i progetti devono:

  • prevedere spese non inferiori a 2 milioni di euro e non superiori a 4 milioni di euro;
  • essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di agevolazioni;
  • avere una durata non inferiore a 12 mesi e risultare conclusi comunque entro il 31 dicembre 2025.

Contributo

Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo alla spesa fino al 100% delle spese ammissibili per la ricerca fondamentale.

Bando B

Destinatari

E’ rivolto alle imprese per la selezione di progetti di R&S nel settore dell’idrogeno. Le imprese possono partecipare anche in maniera congiunta tra loro o con organismi di ricerca, fino ad un numero massimo di 5 soggetti. I raggruppamenti dovranno prevedere la forma di contratti di rete o altre tipologie contrattuali di collaborazione, quali ad esempio il consorzio e l’accordo di partenariato.

Attività ammissibili

I progetti devono prevedere attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale finalizzate alla realizzazione o al notevole miglioramento di nuovi prodotti, processi o servizi relativi a una delle seguenti tematiche:

  • produzione di idrogeno clean e green;
  • tecnologie innovative per lo stoccaggio e il trasporto dell’idrogeno e la sua trasformazione in derivati ed e-fuels;
  • celle a combustibile per applicazioni stazionarie e di mobilità;
  • sistemi intelligenti di gestione integrata per migliorare la resilienza e l’affidabilità delle infrastrutture intelligenti basate sull’idrogeno.

Sono ammissibili le spese relative a personale, strumenti e attrezzature, servizi di consulenza, materiali utilizzati nello svolgimento del progetto e spese generali.

Dimensione dei progetti

Per essere ammissibili alle agevolazioni, i progetti devono:

  • prevedere spese non inferiori a 2 milioni di euro e non superiori a 4 milioni di euro;
  • essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di agevolazioni;
  • avere una durata non inferiore a 12 mesi e risultare conclusi comunque entro il 31 dicembre 2025.

Contributo

Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo alla spesa, così modulato:

  • 50% dei costi ammissibili per la ricerca industriale;
  • 25% dei costi ammissibili per lo sviluppo sperimentale.

Sono previste delle maggiorazioni nell’intensità di aiuto nel caso di coinvolgimento di micro e piccole imprese o di collaborazione tra più imprese o più organismi di ricerca.

Presentazione della domanda

I bandi sono aperti e le domande potranno essere presentare fino alle ore 10.00 del 9 maggio, ai seguenti indirizzi PEC:

Per accedere ai bandi e ai relativi allegati: Ministero della Transizione Ecologica

ARTICOLI CORRELATI

Ulteriore esonero contributivo dell’1,2%

Premessa La legge Bilancio 2022 ha previsto “un esonero sulla quota dei contributi previdenziali per l'invalidità, la vecchiaia e i superstiti a carico del lavoratore di 0,8 punti percentuali a...

RICERCA