Bando Ricerca e Sviluppo – Regione Toscana: approvata la delibera con i primi indirizzi

Nov 24, 2023

Print Friendly, PDF & Email

La Regione Toscana, con delibera di Giunta n. 1352/2023 (in allegato), ha approvato i primi indirizzi per la prossima attivazione dei bandi a sostegno dei progetti di ricerca e sviluppo delle imprese toscane. Si tratta di due misure dedicate a investimenti in R&S prossimi alla fase di applicazione e di produzione (realizzazione di prototipi, linee pilota e azioni di validazione precoce di prodotti), che prevedano l’introduzione di tecnologie avanzate anche al fine di favorire la transizione ecologica.

Si evidenzia che la delibera prevede una premialità importante per le imprese che hanno subito un danno a seguito degli eventi calamitosi del 2 novembre 2023, segnalato ai sensi dell’ Ordinanza n.1037 del 5 novembre 2023.

Destinatari

Bando 1: grandi imprese in cooperazione con almeno 3 micro, piccole o medie imprese

Bando 2: micro, piccole e medie imprese e midcap singole o in cooperazione tra loro

Per midcap si intendono le piccole imprese a media capitalizzazione, cioè le entità che contano un massimo di 499 dipendenti e che non sono PMI.

Dimensioni dei progetti

Bando 1:

  • progetti strategici di R&S per investimenti da € 1,5 mln a € 3 mln
  • durata 21 + 3 mesi

Bando 2:

  • progetti di R&S per investimenti da € 250.000 a € 1,5 mln
  • durata 15 + 3 mesi

Spese ammissibili

Sono ammissibili le seguenti spese, nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto di ricerca;

  • spese di personale
  • costi di strumenti e attrezzature
  • costi di fabbricati e terreni (massimo 30% del costo totale del progetto9,
  • costi della ricerca contrattuale, competenze tecniche e brevetti, ecc.
  • spese generali supplementari e altri costi di esercizio (materiali, forniture e prodotti analoghi – massimo 15%)

Agevolazioni

Sono previsti contributi a fondo perduto variabili dal 25% al 45% delle spese ammissibili, a seconda della tipologia di progetto e della dimensione d’impresa. E’ prevista per le sole PMI la possibilità di chiedere anche un finanziamento agevolato.

Risorse disponibili

Le risorse assegnate con la delibera sono pari a 70 milioni di euro: si rinvia ad un provvedimento successivo all’approvazione del Bilancio regionale per l’integrazione dei fondi fino all’importo totale previsto di 125 milioni di euro.

Apertura del bando

Per tenere conto della situazione di difficoltà in Toscana a seguito dei recenti eventi alluvionali, la Regione prevede di adottare il bando entro le prossime settimane disponendone l’apertura nel mese di gennaio, così da consentire un’adeguata conoscenza del bando anche attraverso ulteriori iniziative di presentazione.

 

ARTICOLI CORRELATI

Imprese gasivore: inizio controlli annualità 2024

Siglato il Protocollo di intesa ENEA-CSEA per i controlli documentali alle aziende gasivore beneficiare delle agevolazioni. Contesto A seguito della Determina ARERA DSME 2/2024 del 23 aprile 2024,...

RICERCA