Confindustria, nel commentare il recente DPCM 3 novembre 2020, propone un percorso di sicurezza volto a mitigare il cosiddetto rischio da quarantena. In caso di contagio di un dipendente l’indagine di contact tracing condotta dall’Autorità sanitaria può portare, in tutto o in parte, alla quarantena per i colleghi di lavoro, con conseguente blocco, totale o parziale, della produzione. Alcuni suggerimenti per prevenire possibili provvedimenti di quarantena.    

Questo contenuto è riservato ai soci. Accedi per leggere tutto.

Accesso utente