RIAPERTURA – Emergenza Alluvione – Bandi per liquidità e investimenti delle imprese danneggiate

Mag 21, 2024

Print Friendly, PDF & Email

La Regione ha adottato e pubblicato un provvedimento che stabilisce la riapertura del bando “Contributi a fondo perduto a favore delle imprese danneggiate dagli eventi di ottobre e novembre 2023 per investimenti materiali e immateriali”, di cui alla nostra news sottostante.

La riapertura è stata decisa a seguito del basso numero di domande presentate entro la scadenza iniziale ed è stata fissata a partire dal prossimo 3 giugno e fino al 16 settembre

E’ possibile accedere al decreto attraverso il LINK dedicato. 

***********************************************

9 aprile 2024

La Regione Toscana ha approvato due bandi regionali per il sostegno alle imprese toscane danneggiate dall’alluvione del novembre 2023. Le due misure interverranno attraverso contributi in conto interessi e incentivi a fondo perduto per investimenti. Di seguito le principali caratteristiche.

Contributi in conto interessi a sostegno della liquidità delle imprese danneggiate dagli eventi alluvionali

Destinatari

Micro, piccole e medie imprese e professionisti aventi sede legale e/o unità locale in Toscana, operanti in tutti i settori ad eccezione del settore agricoltura e pesca, e che:

  • siano attive alla data dell’evento calamitoso (29.10.2023 per le province di Lucca e Massa Carrara, 2.11.2023 per i restanti territori);
  • siano localizzate e/o abbiano subito danni nei Comuni individuati dalle Ordinanze commissariali n. 98 del 15 novembre 2023, n. 128 del 22 dicembre 2023, n.129 del 22-12-2023 e ss. mm.ii e/o che abbiano subito danni durante l’esercizio della propria attività nei suddetti comuni.

Le imprese richiedenti devono inoltre:

  • aver presentato la “Scheda segnalazione danni” secondo la procedura prevista dagli uffici del Commissario Delegato, ai sensi dell’Ordinanza commissariale n.107 del 01-12-2023 e ss.mm.ii;
  • partecipare/aver partecipato alle procedure per la concessione ed erogazione di fondi nazionali a titolo di ripristino danni, secondo le procedure di cui al D lgs 1/2018 “Codice della Protezione Civile” che saranno disciplinate con successive Ordinanze.

Contributo

La sovvenzione è pari al minimo tra i tre seguenti valori:

  • 7.000,00 euro;
  • il totale degli interessi calcolati per un tasso pari ai relativi indici di riferimento a tasso fisso (IRS) o tasso variabile (Euribor) incrementati del 3.5% (spread);
  • il totale degli interessi calcolati sul tasso di riferimento del 6%.

Spese ammissibili

Sono ammissibili a contributo gli interessi su prestiti concessi da soggetti finanziatori (non anteriore al 3/11/2023) calcolati su un piano di ammortamento con rate trimestrali o mensili sulla base dell’importo e della durata richiesti.

Il prestito:

  • non può eccedere l’importo massimo 50.000,00 euro. In caso di prestito già erogato alla data di entrata in vigore del presente intervento, saranno ammissibili anche prestiti di importo superiore a 50.000,00 euro; in questo caso, l’importo della sovvenzione verrà comunque calcolato nel rispetto del suddetto importo massimo (50.000,00 euro).
  • deve avere durata fino a 36 mesi, di cui massimo 6 mesi di preammortamento.

Apertura

La domanda di agevolazione è redatta esclusivamente on line, all’indirizzo https://bandi.sviluppo.toscana.it/alluvioneinteressi, a partire dalle ore 14,00 del giorno 12/04/2024 e fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

La procedura del bando è automatica a sportello.

Contributi a fondo perduto per investimenti delle imprese danneggiate dagli eventi alluvionali

Destinatari

Micro, piccole e medie imprese e professionisti aventi sede legale e/o unità locale in Toscana, operanti in tutti i settori ad eccezione del settore agricoltura e pesca e che:

  • siano attive alla data dell’evento calamitoso (29.10.2023 per le province di Lucca e Massa Carrara, 2.11.2023 per i restanti territori);
  • siano localizzate e/o abbiano subito danni nei Comuni individuati dalle Ordinanze commissariali n. 98 del 15 novembre 2023, n. 128 del 22 dicembre 2023, n.129 del 22-12-2023 e ss. mm.ii e/o che abbiano subito danni durante l’esercizio della propria attività nei suddetti comuni;
  • siano stati danneggiati a seguito degli eventi di cui alle citate delibere del CdM

Le imprese richiedenti devono inoltre:

  • aver presentato la “Scheda segnalazione danni” secondo la procedura prevista dagli uffici del Commissario Delegato, ai sensi dell’Ordinanza commissariale n.107 del 01-12-2023 e ss.mm.ii.
  • partecipare/aver partecipato alle procedure per la concessione ed erogazione dei richiesta di fondi nazionali a titolo di ripristino danni, secondo le procedure di cui al D lgs 1/2018 “Codice della Protezione Civile” che saranno disciplinate con successive Ordinanze

Contributo

Non sono previsti massimali di investimento, fermo restando che l’agevolazione è comunque pari a massimo euro 5.000 a fondo perduto e può raggiungere fino al 100% dell’investimento. Sono fatti salvi eventuali incrementi che saranno disciplinati in caso di risorse residue.

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese sostenute tra il 3/11/2023 ed il 31/10/2024 e riferite a:

  • interventi sugli immobili: manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia;
  • acquisto di impianti, macchinari, attrezzature, mobili e arredi e altri beni funzionali all’attività di impresa;
  • progettazione e direzione lavori in misura non superiore al 10% dell’investimento complessivo ammissibile;
  • investimenti immateriali quali acquisizione di servizi di consulenza, che non siano continuativi o periodici ed esulino dai costi di esercizio ordinari dell’impresa connessi ad attività regolari quali la consulenza fiscale, la consulenza legale o la pubblicità.

Sono ammissibili inoltre le spese sostenute per la perizia richiesta ai fini dell’accesso al bando.

Apertura

La domanda di agevolazione è redatta esclusivamente on line, all’indirizzo https://bandi.sviluppo.toscana.it/alluvioniinvestimenti, a partire dalle ore 14:00 del giorno 15/04/2024 e fino alle ore 16:00 del giorno 17/05/2024.

La selezione delle richieste di agevolazione avverrà con procedura automatica sulla base del rapporto tra l’importo totale dei danni oggetto di perizia e il dato del fatturato dell’esercizio 2022. La graduatoria è stabilita in ordine dei valori decrescenti del rapporto di cui sopra.

In allegato i regolamenti delle due misure.

ARTICOLI CORRELATI

Imprese gasivore: inizio controlli annualità 2024

Siglato il Protocollo di intesa ENEA-CSEA per i controlli documentali alle aziende gasivore beneficiare delle agevolazioni. Contesto A seguito della Determina ARERA DSME 2/2024 del 23 aprile 2024,...

RICERCA