L’analisi sull’andamento del fenomeno infortunistico e tecnopatico al femminile, condotta dall’Inail alla vigilia dell’8 marzo, conferma la maggiore rilevanza del “rischio strada” per le lavoratrici. Tra le malattie professionali denunciate spiccano le patologie del sistema osteo-muscolare e del tessuto connettivo e quelle del sistema nervoso, pari a oltre il 90% del totale.

Questo contenuto è riservato ai soci. Accedi per leggere tutto.

Accesso utente