Impatti negativi generati dalla Brexit: al via il bando per le imprese

Mar 29, 2023

Print Friendly, PDF & Email

I dettagli del bando saranno illustrati nel corso del webinar organizzato dalla Piccola Industria di Confindustria, in collaborazione con l’Area Affari Internazionali di Confindustria e con l’Agenzia per la Coesione Territoriale. 

Per consultare il programma dei lavori e iscriversi cliccare QUI.

***************************************

È stato pubblicato l’Avviso rivolto alle imprese che hanno subito un incremento di costi derivanti dall’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea.

Il bando destina alle imprese 112 milioni di euro a valere sulla Brexit Adjustment Reserve – BAR, strumento speciale di emergenza istituito dalla Commissione Europea con l’obiettivo di contrastare le conseguenze economiche, sociali, territoriali e ambientali della Brexit negli Stati membri.

Destinatari

Al bando possono partecipare le imprese di ogni dimensione che hanno sostenuto dal 1° gennaio 2020 alla data di presentazione della domanda (entro il 31 dicembre 2023) costi aggiuntivi direttamente collegati alla Brexit.

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese effettivamente sostenute:

  • nel periodo compreso tra 1° gennaio 2020 e la data di presentazione della Proposta di Finanziamento;
  • di importo complessivo non inferiore a 10.000 euro, al netto dell’IVA.

Sono esclusi dalle spese ammissibili:

  • i costi relativi all’IVA;
  • le spese a sostegno della delocalizzazione.

Alcuni esempi di costi riguardano spese per il reinserimento di lavoratori espulsi dal Regno Unito, spese determinate da controlli frontalieri e controlli sanitari e fitosanitari, implementazione di nuovi software gestionali, consulenze in campo doganale ecc.

Contributo

Sono previsti contributi a fondo perduto pari al 100% delle spese ammissibili erogati in regime de minimis.

Modalità e tempi di presentazione delle proposte

L’apertura dello sportello è prevista per il 13 aprile 2023 alle ore 12:00 con procedura valutativa a sportello. I contributi sono concessi in base all’ordine cronologico di presentazione delle domande ritenute ammissibili e a seguito di un procedimento istruttorio finalizzato a verificare la regolarità dei requisiti.

Le imprese potranno presentare le proposte di finanziamento utilizzando la Piattaforma

Il bando e la modulistica sono disponibili al link dedicato.

 

 

ARTICOLI CORRELATI

Pubblicato in G.U. il Decreto Aree idonee per FER

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale n. 153 del 2 luglio, è entrato in vigore il decreto recante la “Disciplina per l’individuazione di superfici e aree idonee per l’installazione di impianti...

RICERCA