22 Mar 2020

In attesa del testo del dpcm, siamo in contatto costante con Confindustria per avere – accanto alla lista delle attività cosiddette essenziali con i relativi codici e sottocodici ateco – rassicurazioni circa tre punti prioritari.

Questi punti sono oggetto di una continua interlocuzione con il governo in queste ore:

  1. una norma generale che consenta di portare avanti tutte quelle attività non espressamente incluse nella lista quando funzionali a quelle essenziali, quando non si possono interrompere per ragioni tecniche e quando strategiche.
  2. la necessità di fare salve tutte quelle attività manutentive legate a cicli produttivi e non, finalizzate a mantenere efficienti e in buono stato i macchinari e gli impianti per non pregiudicare la capacità delle imprese di essere produttive alla ripresa delle attività, nonché le attività di vigilanza;
  3. dare alle imprese i tempi tecnici per chiudere/terminare le lavorazioni in corso.

 

Daremo tempestivi aggiornamenti sul sito web e sui nostri canali social non appena possibile