Con comunicazione del 22/07/2020 la Regione Toscana, a seguito del raggiungimento dell’importo massimo di risorse disponibili, ha richiesto a Sviluppo Toscana la chiusura della piattaforma per la presentazione delle domande. Pertanto il bando è stato chiuso a decorrere dalle ore 17:00 del 22.07.2020.

 

3 milioni di euro a disposizione delle micro, piccole e medie imprese toscane con progetti di internazionalizzazione in paesi esterni all’Unione Europea. Restano pressochè invariate le caratteristiche di questa misura rispetto alle precedenti versioni, ma con qualche novità sul fronte della semplificazione delle procedure e dell’introduzione di nuove spese ammissibili connesse ad attività innovative realizzate con soluzioni virtuali.

In particolare vengono introdotte le seguenti variazioni:

  • la dichiarazione asseverata al posto della dichiarazione giurata di fronte a notaio;
  • la possibilità di proroga dei progetti di 3 mesi;
  • l’introduzione di eventuali ulteriori spese ammissibili correlate ad attività innovative per lo sviluppo dell’internazionalizzazione.

Le spese ammissibili riguardano:

  1. Partecipazione a fiere e saloni di rilevanza internazionale, anche in ambito UE purché di rilevanza internazionale (per gli eventi con sede in Italia e rilevanza internazionale si veda il Calendario fieristico in allegato – All.to 16)
  2. Promozione di prodotti e servizi su mercati internazionali mediante utilizzo di uffici o sale espositive all’estero
  3. Servizi promozionali, tra cui anche attività realizzate con soluzioni gestite in ambiente virtuale
  4. Supporto specialistico all’internazionalizzazione
  5. Supporto all’innovazione commerciale per la fattibilità di presidio su nuovi mercati

Per un dettaglio dei servizi e delle attività ammissibili si rimanda alla sezione C del Catalogo Servizi (all.to 2 contenuto nel bando allegato) ed al Vademecum delle spese ammissibili (all.to 4 contenuto nel bando allegato).

Dimensione investimenti

  • Micro impresa: minimo € 10.000 – massimo € 150.000
  • Piccola impresa: minimo € 12.500 – massimo € 150.000
  • Media impresa: minimo € 20.000 – massimo € 150.000
  • Consorzio/Soc. consortile/Reti soggetto: minimo € 35.000 – massimo € 400.000
  • RTI/Reti contratto: somma importi minimi previsti per singola impresa – massimo € 1 mln

L’aiuto è sempre concesso in regime “de minimis” e consiste in un contributo a fondo perduto, anche nella forma di voucher (limitatamente alle spese rivolte a fornitori nazionali), nella misura massima del 50% delle spese ammissibili.

Durata dei progetti: sono ammissibili le spese sostenute a partire dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda. Solo per la partecipazione a fiere e saloni internazionali sono ammissibili spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2019. I progetti devono concludersi entro 8 mesi dalla data di comunicazione della concessione dell’aiuto.

Presentazione della domanda: a partire dalle ore 12.00 del 22 luglio 2020 e fino ad esaurimento risorse, tramite la piattaforma informatica di Sviluppo Toscana.

In allegato i provvedimenti regionali.