La formazione è uno degli interventi maggiormente rilevanti nell’ambito del rapporto di lavoro. Tuttavia, la tutela della salute e della sicurezza non può non prevalere su attività che possono essere anche in modalità sicure. Un chiarimento della Regione Toscana dopo il DPCM 3 novembre 2020 integrato da un approfondimento di Confindustria.    

Questo contenuto è riservato ai soci. Accedi per leggere tutto.

Accesso utente