Nuove Imprese a Tasso Zero: novità per i contributi dedicati a giovani e donne.

Apr 15, 2021

Si rinnova l’incentivo per i giovani e le donne che vogliono diventare imprenditori, già oggetto di nostre precedenti comunicazioni. Le agevolazioni sono valide in tutta Italia e consentono di finanziare la realizzazione di nuove iniziative oppure l’ampliamento, diversificazione o trasformazione di attività esistenti. Le novità introdotte dalla recente Circolare del Ministero dello Sviluppo Economico riguardano i seguenti aspetti. 

Si amplia la platea dei beneficiari: possono presentare domanda di finanziamento le imprese costituite entro i 5 anni precedenti (anziché 12 mesi come previsto fino ad oggi), con regole e modalità differenti per imprese costituite da non più di 3 anni.

Cambia anche la forma di agevolazione e viene introdotto il fondo perduto in combinazione con il rimborso agevolato, nei limiti delle risorse disponibili. Le imprese possono contare su un mix di finanziamento fino al 90% del totale della spesa ammissibile, di cui il contributo a fondo perduto non può superare il limite del 20% (15% per le imprese più mature).

Viene inoltre innalzato il tetto del finanziamento a tasso zero per le imprese più mature, con il limite di età compreso tra i 3 e i 5 anni. Tali  imprese possono richiedere il finanziamento per la copertura degli investimenti fino a 3 milioni di euro (al netto dell’IVA). Le imprese costituite da non più di 3 anni possono invece presentare progetti di investimento fino a 1,5 milioni di euro.

A partire dal 19 maggio 2021 sarà possibile presentare la domanda con i nuovi criteri introdotti dalla Circolare ministeriale. A breve sarà disponibile la documentazione necessaria per presentare le nuove domande di finanziamento: facsimile di domanda, allegati richiesti, guide alla compilazione. Nel frattempo vi invitiamo a consultare la pagina di Invitalia per maggiori dettagli.

ARTICOLI CORRELATI

Bonus 200 euro: come funziona – aggiornamento

Premessa L’INPS, con il messaggio n. 2505 del 21 giugno 2022, in merito all’erogazione dell’indennità una tantum di 200 ai lavoratori dipendenti, precisa quale sia “la retribuzione erogata nel mese...

Bonus 200 euro: come funziona

Premessa L’INPS, con messaggio n° 2397 del 13/06/2022, ha fornito le istruzioni contabili relative all’indennità una tantum per i lavoratori dipendenti, ai sensi dell’articolo 31, comma 1, del...

RICERCA