Ai sensi del Decreto Legge n. 221 del 24 dicembre 2021, l’emergenza nazionale dovuta alla pandemia è stata prorogata al 31 marzo 2022. Questo ha determinato automaticamente una serie di proroghe, tra cui quelle relative alle misure straordinarie a favore dei soggetti beneficiari di contributi pubblici concessi dalla Regione Toscana.

In particolare, gli effetti del Decreto nazionale sono stati recepiti anche in relazione alle varie disposizioni che già la Giunta toscana aveva adottato sulle scadenze stabilite da:

  • bandi;
  • procedure negoziali;
  • contratti;
  • atti di assegnazione dei contributi.

Tali proroghe riguardano gli adempimenti a carico dei beneficiari, esonerati così dalla necessità di presentazione di specifiche istanze di proroga dei termini stessi.

Tra le misure adottate evidenziamo inoltre che:

  • per tutte le richieste di contributi a stato avanzamento lavori – SAL – già presentate o pervenute entro il 31/03/2022 è prevista la procedura di liquidazione semplificata di un acconto pari all’80% dell’importo richiesto a SAL; 
  • fino al 31/03/2022 è possibile richiedere un anticipo straordinario (coperto da fidejussione per le imprese) per un importo fino all’80% del contributo concesso. 

Sulla pagina di Sviluppo Toscana è stato pubblicato un riepilogo di quanto previsto dalla nuova normativa. Vi invitiamo a consultarla per un dettaglio delle singole misure e per scaricare i relativi provvedimenti: https://www.sviluppo.toscana.it/avviso_bene