Smart working: come ripartire?

Mar 31, 2022

Print Friendly, PDF & Email

Come dovranno comportarsi le aziende quando non sarà più possibile ricorrere alla procedura semplificata? Cosa prevede la normativa e che elementi dovranno riportare gli accordi individuali di smart working? Come sarà il nuovo smart working?

La vera sfida per le imprese consisterà nell’elaborare – tenendo conto del protocollo sottoscritto dal Ministero del Lavoro con le Parti Sociali lo scorso dicembre – un nuovo legame tra modo e luogo di lavoro per conciliare in maniera più adeguata vita lavorativa e privata, spostando l’attenzione da un approccio focalizzato sul rispetto dell’orario di lavoro ad uno basato sul raggiungimento di obiettivi.

Non più solo lavoro in presenza, non solo lavoro da remoto.

Questi i temi affrontati in occasione del webinar di Confindustria Firenze dello scorso 24 marzo.

Disponibile la registrazione dell’evento per le aziende associate.

Questo contenuto è riservato ai soci. Accedi per leggere tutto.

Accesso utente
   
ARTICOLI CORRELATI

Innalzamento Fringe Benefit per il 2022

Premessa L’art. 12 del D.L. n. 115/2022 aveva innalzato, esclusivamente per l’anno 2022, il limite di esenzione fiscale e contributiva per i c.d. fringe benefit di cui all’art. 51, comma 3, del TUIR...

RICERCA