Simest – finanziamenti agevolati: dal 27 luglio aprono le nuove misure

Lug 20, 2023

Print Friendly, PDF & Email

SIMEST rinnova le misure a sostegno degli investimenti in sostenibilità e digitalizzazione delle imprese sui mercati esteri, aprendo dal 27 luglio lo sportello per la presentazione delle domande.

Ai finanziamenti per l’apertura di sedi all’estero, per lo sviluppo dell’e-commerce, per la partecipazione a fiere internazionali e per l’inserimento di un Temporary Manager, si affiancano i nuovi strumenti Transizione Digitale e/o Ecologica e Certificazioni e consulenze.

Inoltre, per le PMI innovative, giovanili, femminili o con sede operativa al sud o con requisiti di sostenibilità, è possibile accedere ad una quota di cofinanziamento a fondo perduto fino al 10%.

Di seguito il dettaglio delle singole linee di intervento.

Inserimento sui mercati esteri

Destinatari: tutte le imprese, in particolare Micro, Piccole e Medie Imprese, che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi

Investimenti ammissibili: investimenti sui mercati internazionali relativi

  • all’apertura di nuove strutture commerciali all’estero ove non già presenti o
  • al potenziamento e/o sostituzione di una propria struttura già esistente (ed eccezione del negozio), per la promozione di beni e/o servizi prodotti in Italia o a marchio italiano registrato.

Le tipologie di strutture ammissibili sono un negozio, un corner, uno showroom e un ufficio.

Tipologia di aiuto: finanziamento a tasso agevolato della durata di 6 anni. L’importo minimo dell’intervento agevolativo è pari a € 10.000 mentre quello massimo è pari al minore tra:

  • il 35% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due Bilanci (voce A1 del conto economico)
  • € 500.000 per le Micro Imprese; € 2.500.000 per le PMI e PMI innovative; € 3.500.000 per le Altre imprese

Quota massima a fondo perduto: fino al 10% dell’importo dell’Intervento Agevolativo richiesto e comunque fino a un massimo di € 100.000 solo per PMI in possesso di particolari requisiti (innovative, giovanili, femminili, ecc.)

E-commerce

Destinatari: tutte le imprese, in particolare Micro, Piccole e Medie Imprese, che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi

Investimenti ammissibili:

  • realizzazione di un progetto di investimento digitale per la creazione di una piattaforma e-commerce propria
  • miglioramento o sviluppo di una Piattaforma propria già esistente
  • accesso ad una piattaforma di terzi (market place) con la creazione di un proprio spazio/store, per la promozione di beni e/o servizi prodotti in Italia o a marchio italiano registrato.

Tipologia di aiuto: finanziamento a tasso agevolato in regime “de minimis” della durata di 4 anni. L’importo minimo dell’intervento agevolativo è pari a € 10.000 mentre quello massimo è pari a € 500.000 e comunque non superiore al 20% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci depositati dall’impresa per una Piattaforma propria o per una Piattaforma di terzi.

Quota massima a fondo perduto: fino al 10% dell’importo dell’Intervento Agevolativo richiesto e comunque fino a un massimo di € 100.000 solo per PMI in possesso di particolari requisiti (innovative, giovanili, femminili, ecc.)

Fiere ed eventi

Destinatari: tutte le imprese, in particolare Micro, Piccole e Medie Imprese, che

  • abbiano depositato presso il Registro imprese almeno un bilancio relativo a un esercizio completo per domande fino a € 150.000;
  • abbiamo depositato presso il Registro imprese almeno due Bilanci relativi a due esercizi completi per domande superiori a € 150.000.

Investimenti ammissibili: partecipazione fino a massimo 3 eventi di carattere internazionale, anche virtuali, tra fiere, mostra, missioni imprenditoriali o missioni di sistema, per la promozione di beni e/o servizi prodotti in Italia o a marchio italiano registrato.

Tipologia di aiuto: finanziamento a tasso agevolato in regime “de minimis” della durata di 4 anni. L’importo massimo dell’intervento agevolativo è pari al minore tra:

  • il 20% dei ricavi risultanti dall’ultimo Bilancio (voce A1 del conto economico) per domande fino a € 150.000;
  • il 20% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due Bilanci (voce A1 del conto economico) per domande superiori a € 150.000;
  • € 500.000.

Quota massima a fondo perduto: fino al 10% dell’importo dell’Intervento Agevolativo richiesto e comunque fino a un massimo di € 100.000 solo per PMI in possesso di particolari requisiti (innovative, giovanili, femminili, ecc.)

Temporary Manager

Destinatari: tutte le imprese, in particolare Micro, Piccole e Medie Imprese, che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi

Investimenti ammissibili: sostegno per l’inserimento temporaneo da parte di imprese italiane di figure specializzate (Temporary Manager), per la realizzazione di progetti di innovazione tecnologica, digitale o ecologica, a sostegno dell’internazionalizzazione dell’Impresa sui mercati internazionali.

L’inserimento temporaneo di Temporary Manager è regolato da un Contratto di Temporary Management stipulato esclusivamente con una Società di servizi terza.

Tipologia di aiuto: finanziamento a tasso agevolato in regime “de minimis” della durata di 4 anni. L’importo minimo dell’intervento agevolativo è pari a € 10.000 mentre quello massimo è pari al minore tra:

  • il 20% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due Bilanci (voce A1 del conto economico);
  • € 500.000.

Quota massima a fondo perduto: fino al 10% dell’importo dell’Intervento Agevolativo richiesto e comunque fino a un massimo di € 100.000 solo per PMI in possesso di particolari requisiti (innovative, giovanili, femminili, ecc.)

Transizione digitale e/o ecologica

Destinatari: tutte le imprese, in particolare Micro, Piccole e Medie Imprese, che abbiano

  • depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi
  • abbiano un fatturato export pari ad almeno il 10% dell’ultimo bilancio o, in alternativa, siano una PMI produttiva, con un fatturato export pari ad almeno il 3% dell’ultimo bilancio, facente parte di una filiera produttiva di almeno 3 imprese clienti (con contratti di fornitura stipulati da almeno 12 mesi dalla presentazione della Domanda)

Investimenti ammissibili: investimenti volti a favorire per almeno il 50% del totale del finanziamento la transizione digitale e/o ecologica delle imprese e promuoverne la competitività sui mercati esteri. La restante parte – fino al 50% – può essere destinata a ulteriori investimenti volti al rafforzamento patrimoniale.

Tipologia di aiuto: finanziamento a tasso agevolato in regime “de minimis” della durata di 6 anni. L’importo minimo dell’intervento agevolativo è pari a € 10.000 mentre quello massimo è pari al minore tra:

  • il 35% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due Bilanci (voce A1 del conto economico); e
  • € 500.000 per le micro imprese; € 2.500.000 per le pmi e pmi innovative; € 5.000.000 per le altre imprese

Quota massima a fondo perduto: fino al 10% dell’importo dell’Intervento Agevolativo richiesto e comunque fino a un massimo di € 100.000 solo per PMI in possesso di particolari requisiti (innovative, giovanili, femminili, ecc.)

Certificazioni e consulenze

Destinatari: tutte le imprese, in particolare Micro, Piccole e Medie Imprese, che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi

Investimenti ammissibili: investimenti volti a favorire la realizzazione di progetti di internazionalizzazione dell’impresa aventi ad oggetto:

  • consulenze specialistiche e studi di fattibilità per l’internazionalizzazione dell’impresa – inclusa la formazione relativa a tematiche di export e internazionalizzazione – e/o per l’innovazione digitale, tecnologica, di prodotto nell’ottica dell’internazionalizzazione dell’attività d’impresa;
  • l’ottenimento di certificazioni di prodotto, per la tutela di diritti di proprietà intellettuale, di certificazioni di sostenibilità e innovazione tecnologica.

Tipologia di aiuto: finanziamento a tasso agevolato in regime “de minimis” della durata di 4 anni. L’importo minimo dell’intervento agevolativo è pari a € 10.000 mentre quello massimo è pari al minore tra:

  • il 20% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due Bilanci (voce A1 del conto economico);
  • € 500.000.

Quota massima a fondo perduto: fino al 10% dell’importo dell’Intervento Agevolativo richiesto e comunque fino a un massimo di € 100.000 solo per PMI in possesso di particolari requisiti (innovative, giovanili, femminili, ecc.)

Modalità di presentazione delle domande

Dalle ore 09:00 del 27 luglio 2023 sarà possibile accedere al portale per la compilazione e presentazione delle richieste di finanziamento, disponibile al nuovo indirizzo 

Per maggiori informazioni sulle misure e sulle modalità di accesso: Simest

ARTICOLI CORRELATI

Pubblicato in G.U. il Decreto Aree idonee per FER

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale n. 153 del 2 luglio, è entrato in vigore il decreto recante la “Disciplina per l’individuazione di superfici e aree idonee per l’installazione di impianti...

RICERCA