08 Feb 2017

Per garantire l’applicazione uniforme della nomenclatura combinata di cui al Reg. (CEE) n.2658/87 presso tutti gli uffici dei paesi membri, la Commissione dell’UE con i reg. di esecuzione n.181,182 e 183 del 27 gennaio 2017, ha adottato le classificazioni ufficiali dei seguenti prodotti:

  1. Articolo consistente in una mensola di vetro( cm 60×13,5×0,7)con bordi lavorati munita  di due  supporti metallici per fissarla alla parete.

Classificazione al codice NC 94038900 come altri mobili e loro parti a norma delle regole generali 1, 3b) e 6 per l’interpretazione della NC e della nota 2a) del capitolo 94.L’articolo viene utilizzato per arredare e non può essere classificato come altri lavori di vetro.

  1. Articoli denominati gommini copri levette per console, di circa 20 mm di diametro  e  6 mm di altezza, costituiti da silicone elastico e dotati di una superficie antiscivolo, e di autoadesivo.

Classificazione al codice NC 39269097 come altri lavori di plastica, a norma delle regole generali 1 e 6 per l’interpretazione della NC e del testo  dei codici 3926,392690 e 39269097. I copri levette si limitano a migliorare la funzione del controller di videogiochi, senza conferire alcuna caratteristica supplementare, per cui è esclusa la classificazione come accessorio di console e apparecchi  alla voce 9504.

  1. Articolo detto tappeto a incastro, in EVA (etilene-vinil-acetato) a forma di quadrati di dimensioni di cm100x100 di superficie antiscivolo e cm.3 di spessore. Articolo destinato ad assorbire gli urti durante le attività sportive quali Yoga, ginnastica , ma può essere utilizzato anche per proteggere il pavimento e per isolare dal calore, dall’umidità o  dal rumore.

Classificazione al codice NC 39189000 come rivestimento per pavimenti di materie plastiche, a norma delle regole generali 1 e 6 per l’interpretazione della NC. L’articolo non può essere classificato alla voce 9506, in quanto trova impiego anche fuori dall’attività sportiva e quindi deve essere classificato in base alla materia costitutiva.

 

I regolamenti in parola, dispongono che le eventuali informazioni vincolanti, già rilasciate, e che risultassero non conformi, possono continuare ad essere invocate  per un periodo di tre mesi dalla loro entrata in vigore.