30 Dic 2015

Lo scorso 12 dicembre, nel corso della 21a Conferenza delle Parti sul Clima delle Nazioni Unite (COP21), è stato raggiunto a Parigi il primo accordo globale sui cambiamenti climatici.
L’Accordo punta all’obiettivo ambientale di rafforzare la risposta globale alla minaccia dei cambiamenti climatici e impegna la comunità internazionale a mantenere l’aumento della temperatura media globale al di sotto dei 2°C rispetto ai livelli pre-industriali, con lo sforzo di raggiungere l’obiettivo più ambizioso di 1.5°C. Allo stesso tempo, saranno rafforzate le azioni di adattamento ai cambiamenti climatici e lo sviluppo delle tecnologie, senza minacciare la produzione alimentare, mentre dovranno essere messi in campo finanziamenti adeguati per agevolare la transizione, soprattutto nei Paesi in via di sviluppo.
L’Accordo dovrà essere ratificato dai Parlamenti nazionali ed entrerà in vigore nel momento in cui sarà ratificato dal 55% dei Paesi sottoscriventi che rappresentano complessivamente almeno il 55% delle emissioni di gas serra globali.
Inoltriamo il resoconto di Confindustria sugli esiti della Conferenza.

Allegati
Resoconto di Confindustria sugli esiti della Conferenza internazionale sui cambiamenti climatici (COP21).

Contatto
Luana Berbeglia, tel.0552707268, e-mail
Giacomo Borselli, tel.0552707236, e-mail

Questo contenuto è riservato ai soci. Accedi per leggere tutto.

Accesso utente
   

055 2707