19 Mar 2020

Sulla Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il Decreto Legge  recante misure di potenziamento del servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Il Decreto “Cura Italia” è entrato in vigore il 17 marzo 2020.

Molte attese erano le misure sul tema ammortizzatori sociali per i quali il Governo ha configurato un’ampia possibilità di ricorso:

  • trattamento ordinario di integrazione salariale (cassa integrazione),

  • assegno ordinario per chi è iscritto al FIS o ai fondi di solidarietà bilaterale,

  • cassa in deroga.

L’accesso a queste misure potrà avvenire motivando la riduzione o la sospensione dell’attività con la causale “Emergenza COVID 19”.

L’ammortizzatore sociale potrà essere utilizzato retroattivamente (23 febbraio), per un massimo di 9 settimane da fruire entro il mese di agosto.

Dobbiamo aspettare un intervento chiarificatore dell’INPS sulle procedure da seguire.

Per poter accedere all’ammortizzatore è comunque necessario procedere all’apertura della procedura sindacale.

 

Apertura della procedura: Trattamento Ordinario di Integrazione Salariale e Assegno Ordinario

Le Aziende Industriali potranno attivare la procedura per accedere all’ammortizzatore facendone richiesta tramite il Format Trattamento Ordinario di Integrazione Salariale COVID19.

Le Aziende del settore del Commercio e del Turismo che occupano più di 5 dipendenti e che versano la contribuzione al FONDO DI INTEGRAZIONE SALARIALE (lo 0,45 o lo 0,65) potranno attivare la procedura per accedere all’ammortizzatore sociale tramite il Format Assegno Ordinario COVID19

Il modulo debitamente compilato dovrà essere inviato a grazia.sanvitale@confindustriafirenze.it

Confindustria Firenze inoltrerà le richieste delle aziende associate ai sindacati di riferimento (a seconda del CCNL applicato), offrendo il necessario supporto nella successiva fase di consultazione ed esame congiunto che dovrà essere svolto, anche in via telematica, entro i 3 giorni successivi alla comunicazione di apertura. Non sarà necessario l’ACCORDO.

 

Per quanto concerne l’accesso alla Cassa Integrazione in Deroga pubblicheremo quanto prima la documentazione per l’attivazione della procedura.