Indennità una tantum 200 euro: ambito di applicazione

Mag 19, 2022

Premessa

In Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il  Decreto legge n. 50/2022, che introduce  una indennità una tantum per i lavoratori dipendenti (articolo 31) di 200 euro.

Caratteristiche indennità

L’indennità viene erogata ai lavoratori dipendenti (con esclusione dei rapporti di lavoro domestico):

  • con una retribuzione mensile imponibile, ai fini previdenziali, non superiore a 2.692 euro
  • che nel primo quadrimestre dell’anno 2022 hanno beneficiato dell’esonero dello 0,8% sui contributi previdenziali, per almeno una mensilità.

Il lavoratore, per poter fruire dell’indennità, deve dichiarare di non deve essere:

  • titolare di un trattamento pensionistico a carico di qualsiasi forma previdenziale obbligatoria, di pensione o assegno sociale, di pensione o assegno per invalidi civili, ciechi e sordomuti, nonché di trattamenti di accompagnamento alla pensione,
  • beneficiario del reddito di cittadinanza,

L’indennità una tantum è di importo pari a 200 euro e viene riconosciuta in via automatica per il tramite dei datori di lavoro, nella retribuzione del mese di luglio 2022.

Nel caso in cui siano titolari di più rapporti di lavoro, l’indennità spetta una sola volta.

L’indennità non:

  • è cedibile, sequestrabile, pignorabile.
  • costituisce reddito né ai fini fiscali né ai fini della corresponsione di prestazioni previdenziali ed assistenziali.

Istruzioni per i datori di lavoro

Nel mese di luglio 2022, il credito maturato per effetto dell’erogazione dell’indennità è compensato attraverso la denuncia UNIEMENS, secondo le indicazioni che saranno fornite dall’INPS,

 

ARTICOLI CORRELATI

Assise Piccola Industria

Si sono svolte a Bari lo scorso 17 giugno le Assise della Piccola Industria: https://www.confindustriafirenze.it/eventi/assise-piccola-industria/ Il lavoro di ascolto delle piccole imprese ha...

RICERCA