Inps: retribuzioni convenzionali italiani all’estero 2024

Apr 8, 2024

Print Friendly, PDF & Email

L’Inps, con circolare , ha aggiornato le retribuzioni convenzionali valide per l’anno 2024, per gli italiani che lavorano in paesi extracomunitari.

Retribuzioni Convenzionali

Le retribuzioni convenzionali sono da prendere a base per il calcolo dei contributi previdenziali e assistenziali dei lavoratori italiani operanti in Paesi extracomunitari con cui l’Italia non ha accordi di sicurezza sociale e in via residuale per i Paesi parzialmente convenzionati limitatamente alle assicurazioni non contemplate dagli accordi.
La retribuzione convenzionale, stabilita nell’apposita tabella, subirà delle variazioni nei casi di passaggio a nuova qualifica o di variazione del trattamento retributivo del lavoratore distaccato.
In questi due casi deve essere attribuita, con la stessa decorrenza della nuova qualifica o della variazione del
trattamento economico individuale, la retribuzione convenzionale corrispondente al mutamento intervenuto.
Un’ulteriore ipotesi di variazione della retribuzione è quella in cui, nel corso dell’anno, maturino compensi
variabili non inclusi inizialmente nel calcolo dell’importo della retribuzione, da prendere a base per
l’individuazione della fascia di retribuzione convenzionale relativa.
Le imprese, in questo caso, dovranno rideterminare l’importo della retribuzione comprendendo le voci variabili
e dividendo di nuovo il valore per 12 mensilità.

Termini per la regolarizzazione

Le imprese che non hanno ancora applicato i nuovi valori e che hanno operato sulla base delle retribuzioni
convenzionali valide per il 2023 dovranno regolarizzare i periodi entro il 16 giugno 2024

ARTICOLI CORRELATI

Imprese gasivore: inizio controlli annualità 2024

Siglato il Protocollo di intesa ENEA-CSEA per i controlli documentali alle aziende gasivore beneficiare delle agevolazioni. Contesto A seguito della Determina ARERA DSME 2/2024 del 23 aprile 2024,...

RICERCA