15 Feb 2022

Premessa

Il servizio “GreenPass50+” è disponibile per i datori di lavoro, con più di 50 dipendenti, per la verifica del possesso del green-pass da parte dei propri dipendenti.

Nuove Funzionalità

L’Inps ha introdotto, in fasi successive, nuove funzionalità: 

  • per l’accreditatore, che permette di associare a ogni “Verificatore”, anche massivamente, un insieme ben definito di dipendenti, per i quali il “Verificatore” stesso potrà effettuare la verifica sul possesso del green-pass.
  • da utilizzare in fase di verifica, che permette di selezionare massivamente i dipendenti per i quali effettuare la verifica sul possesso del green-pass, importando un file contenente i codici fiscali degli stessi dipendenti.
  • per effettuare due tipologie differenti di accreditamento: la prima per la verifica del possesso del green-pass ; la seconda per la verifica del rispetto dell’obbligo vaccinale. Resta ferma la possibilità di accreditamento ad entrambe le funzionalità, da parte del datore di lavoro.

Green Pass

A partire dal 15 febbraio 2022, l’Inps fornisce l’esito della verifica del green-pass (positivo o negativo) tenendo conto del requisito anagrafico:

  •  per gli over50, così come individuati dal citato decreto-legge, è verificato il green-pass “rafforzato” (da vaccinazione o da guarigione),
  • per i restanti soggetti è verificato il green-pass “base” (da vaccinazione, da guarigione o da tampone negativo).

Accesso al servizio

Il servizio “GreenPass50+” è accessibile sul sito dell’Istituto:

  • mediante la funzione di ricerca, digitando “GreenPass50+”;
  • al percorso raggiungibile sul sito istituzionale www.inps.it: “Prestazioni e servizi” > “Servizi”, nell’elenco alfabetico dei servizi alla lettera “G”;
  • al percorso raggiungibile sul sito istituzionale www.inps.it: “Prestazioni e servizi” > “Prestazioni”, all’interno della scheda prestazione “Accesso ai servizi per aziende e consulenti”, nell’elenco alfabetico alla lettera “A”.

Ai fini dell’accreditamento, è riservato ai soggetti datoriali (pubblici e privati) o ai loro intermediari, previa autenticazione secondo le modalità in essere previste dall’Istituto (SPID/CIE/CNS/PIN).

I “Verificatori” possono accedere con SPID/CIE/CNS e selezionare il “profilo cittadino” per effettuare la verifica.

L’INPS individuerà i dipendenti di un datore di lavoro in base alle denunce individuali trasmesse dalle medesime aziende/Enti, tramite i flussi Uniemens, con riferimento alla posizione contributiva (c.d. matricola azienda), per i dipendenti privati.

Procedura di verifica 

I “Verificatori” selezionano, tra i dipendenti presenti nell’elenco visualizzato, solo il personale effettivamente in servizio, di cui è previsto l’accesso ai luoghi di lavoro ossia escludono gli assenti dal servizio e i dipendenti in lavoro agile, ed, esclusivamente per le posizioni selezionate, possono verificare il possesso del green-pass.