20 Apr 2021

La Circolare del Ministero della Salute del 12 aprile 2021 regola il rientro in azienda dei lavoratori dopo il contagio da Covid-19: Confindustria fornisce un approfondimento.

Facciamo seguito al precedente comunicato. Con la Circolare del 12 aprile 2021, il Ministero della Salute ha ulteriormente regolato l’ipotesi del rientro al lavoro dopo il contagio da covid19, aggiornando così le indicazioni date in precedenza e coordinandole con il Protocollo aggiornato il 6 aprile 2021.

Confindustria aveva da tempo fatto rilevare, sia informalmente che per le vie formali, che le modalità di rientro in azienda non erano uniformemente applicate sul territorio nazionale e presentavano delle incoerenze e delle carenze.

In particolare, erano stati fatti rilevare l’incoerenza del rientro in azienda di personale ancora positivo (con evidenti ricadute sia sulla salute del lavoratore che sugli aspetti organizzativi del lavoro e delle responsabilità in caso di contagio) e i dubbi derivanti dal rientro in azienda dopo il contagio senza visita del medico competente (anche per questioni legate alla privacy).

A suo tempo, erano poi state evidenziate le criticità afferenti alla mancata comunicazione del certificato medico di malattia in presenza di quarantena o isolamento fiduciario nelle situazioni previste dall’art. 26, comma 1, del DL n. 18/2020.

Questo contenuto è riservato ai soci. Accedi per leggere tutto.