Il 5 febbraio 2021 è stata sottoscritta l’ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL per i lavoratori addetti all’industria metalmeccanica privata e alla installazione di impianti scaduto il 31 Dicembre 2019.

I punti  fondamentali dell’accordo possono così sintetizzarsi :

INQUADRAMENTO:

E’ prevista una innovativa riforma del sistema di classificazione che recepisce l’evoluzione tecnologica e organizzativa delle figure professionali articolata in 9 livelli ripartiti in 4 “campi di responsabilità di ruolo” ed in particolare: Ruoli operativi, Ruoli Tecnico Specifici, Ruoli Specialistici e Gestionali, Ruoli di Gestione del cambiamento e innovazione.

Le nuove declaratorie si baseranno su sei criteri di professionalità e avranno decorrenza dal 1 giugno 2021. Il passaggio nei nuovi livelli di inquadramento avverrà mediante una tabella di conversione automatica e senza oneri per le imprese.

MINIMI TABELLARI:

E’ previsto un aumento medio a regime di euro 112,00 lordi mensili al livello C3 (ex 5^ categoria) in quattro tranches così distribuite:

  • 25,00 euro da giugno 2021
  • 25,00 euro da giugno 2022
  • 27,00 euro da giugno 2023
  • 35,00 euro da giugno 2024

 Tali importi sono comprensivi della rivalutazione del costo della vita legata all’indice IPCA e della valorizzazione della riforma dell’inquadramento. Resta confermata la possibilità di assorbimento con le modalità previste dal CCNL 26 novembre 2016.

 Non è prevista alcuna una tantum per il periodo pregresso.

WELFARE:

non è variato l’importo di welfare contrattuale da mettere a disposizione dei lavoratori che resta pertanto pari a euro 200,00 annui, così come restano invariati sanità integrativa e previdenza complementare, salvo un incentivo di accesso a Cometa per i giovani a partire dal 2022. È stata anche prevista per l’assistenza sanitaria integrativa l’adesione dei pensionati metalmeccanici con oneri a loro totale carico.

FORMAZIONE:

resta sostanzialmente invariato l’impianto con l’introduzione di alcuni meccanismi per favorire la fruizione delle ore previste e la messa a disposizione di servizi per la formazione finanziati con un contributo aziendale una tantum di 1,5 per dipendente da versare nel mese di luglio 2021.

Testo dell’accordo riservato alle aziende associate

Questo contenuto è riservato ai soci. Accedi per leggere tutto.

Accesso utente