15 Mar 2021

Lo scorso 8 marzo è entrato in funzione il nuovo applicativo delle Camere di Commercio per la vidimazione dei formulari di trasporto attraverso un sistema informatizzato on line, alternativo a quello finora utilizzato per la vidimazione che rimane comunque ammesso e possibile. 

La norma 

La vidimazione informatica dei formulari di trasporto è stata introdotta dal d.lgs. 116/2020, come alternativa alla vidimazione, già in uso, da parte degli uffici dell’Agenzia delle entrate o delle Camere di commercio o degli uffici regionali o provinciali, che comunque rimane attiva e possibile.  

Viene previsto che il formulario informatico sia:  

  • prodotto da un sistema applicativo delle Camere di Commercio secondo il modello previsto dal DM n. 145/1998, conforme quindi ai modelli cartacei già in uso;
  • numerato e vidimato virtualmente dal sistema informatico camerale attraverso l’apposizione di un numero univoco;

dopo di che: 

  • il formulario deve essere stampato e compilato in duplice copia dal produttore o detentore del rifiuto da avviare a smaltimento o recupero;
  • una copia deve rimanere al produttore/detentore;
  • l’altra copia accompagna il rifiuto fino a destinazione, dove deve essere completato dal destinatario nelle parti mancanti;
  • il trasportatore riceve dal destinatario una fotocopia del documento completamente compilato;
  • il trasportatore provvede all’invio di copia del formulario così completata al produttore/detentore, anche a mezzo PEC (2).

Anche i formulari vidimati elettronicamente devono essere conservati per 3 anni da produttore/detentore, trasportatore e destinatario. 

L’applicativo delle Camere di Commercio 

Dall’8 marzo 2021 è operativo il portale Vi.Vi.Fir (Vidimazione Virtuale dei formulari) per la vidimazione elettronica dei formulari di identificazione, realizzato da Ecocerved e raggiungibile al seguente link https://vivifir.ecocamere.it/

Per accedervi è necessario che il legale rappresentante dell’impresa si autentichi con la propria identità digitale abbinata all’impresa stessa (carta nazionale dei servizi, SPID, business key, ecc).  

Il legale rappresentante: 

  • inserisce i dati anagrafici dell’impresa e il sistema Vi.Fir verifica, con il Registro delle imprese, che la persona abbia titolo a rappresentarla; 
  • opera in prima persona oppure delega una o più persone (inserendone nome e cognome e codice fiscale), che potranno accedere al portale tramite la propria identità digitale (SPID o carta nazionale dei servizi personale);

dopo di che: 

  • il sistema genera un numero univoco, abbinato all’impresa che consente all’utente di produrre e stampare uno o più formulari di trasporto, ciascuno contraddistinto da un numero e da un QR code;
  • il formulario così generato sarà poi compilato manualmente prima dell’utilizzo.

Nel caso in cui si operi con un sistema gestionale è possibile richiedere al portale Vi.Vi.Fir le credenziali tecniche per consentirne l’interoperabilità. Il gestionale aziendale, debitamente adeguato nel software, potrà così generare i formulari compilati e vidimati secondo i criteri previsti dalla norma, stampandoli su fogli A4. 

Per illustrare le funzionalità di questo nuovo strumento la Camera di Commercio di Firenze organizza un evento on linea per il prossimo 16 marzo dalle ore 9 alle ore 11 circa. 

 Modalità iscrizione: Compilazione del Form on line

Programma: Per il programma completo si invita a consultare la pagina dedicata sul sito web della CCIAA di Firenze.