L’unione Europea e gli Stati Uniti d’America hanno concordato di sospendere per quattro mesi gli incrementi daziari legati all’annosa controversia Airbus-Boeing.

Si ritiene che l’accordo, siglato il 5 marzo 2021, possa avere effetti molto positivi sull’agroalimentare italiano, un settore tradizionalmente vocato alle esportazioni e fortemente penalizzato dagli aumenti tariffari introdotti dall’amministrazione Trump.

Tra i prodotti made in Italy maggiormente interessati dalla tregua dei dazi figurano i formaggi, gli insaccati, gli agrumi, i succhi e i liquori, le cui esportazioni hanno un valore annuo di circa cinque miliardi di euro.