20 Nov 2015

In apertura di trattativa, la Delegazione imprenditoriale ha evidenziato che le aziende stanno toccando con mano la lentezza deila ripresa e l’instabilità economica in cui ancora sono costrette ad operare.

Nonostante gli sforzi profusi dalle aziende, la produzione continua ad essere pesantemente rallentata ed i progressi sono ancora troppo lievi per poter dichiarare che la crisi è superata.

Il rinnovo del contratto si inserisce quindi in un contesto estremamente delicato. Per questo sono necessarie relazioni sindacali più moderne, coerenti con la tipologia di processo produttivo, rapportabili al valore aggiunto, in linea con ¡’accresciuta esigenza di flessibilità e produttività che il mercato, sempre più competitivo, richiede e soprattutto in grado di garantire i’esigibilità delle norme contrattuali.

A tale proposito la Delegazione imprenditoriale dichiara prioritario affrontare la questione del differenziale salariale realizzato nel triennio precedente.

Le Organizzazioni sindacali dai canto loro sostengono che la piattaforma presentata è coerente con la situazione economica attuale e deve garantire la difesa del potere di acquisto dei salari attraverso l'incremento dei minimi, il miglioramento del welfare contrattuale e delle prestazioni lavorative.

In merito al recupero del differenziale le OO.SS. si dichiarano consapevoli del tema e confermano che lo stesso rappresenterà uno degli elementi di confronto all’interno della trattativa per il rinnovo del vigente CCNL.

Constatata la disponibilità delle parti ad entrare nel merito dei confronto, viene convenuto di proseguire la trattativa a livello di Segreteria fissando due riunioni cui farà seguito, mercoledì 9 dicembre, un incontro a Delegazioni allargate.

 

Contatti:

dott. Giorgio Pizzuti tel. 055 2707271; e-mail:

d.ssa Raffaella Santoro tel. 055 2707238; e-mail:

Questo contenuto è riservato ai soci. Accedi per leggere tutto.

Accesso utente
   

055 2707