04 Mag 2016

L’applicazione del CCNL Tessile Abbigliamento Moda è stata estesa a tutte le aziende dei comparti tessili vari, torcitura e filatura serica con l’Accordo 27 MAGGIO 2015, sottoscritto da SMI e sindacati nazionali a seguito dell’espulsione della Federazione Tessilivari da Confindustria.

Ricordiamo, tuttavia, che tale Accordo 27/5/2015 prolunga la durata della parte economica del CCNL per le aziende che lo applicano fino al 31 marzo 2017. Pertanto, fino a tale data, sicuramente le aziende interessate saranno salvaguardate da ulteriori oneri.

Con l’occasione, segnaliamo che inizierà nei prossimi giorni anche la trattativa per il rinnovo del CCNL Uniontessile-Confapi, scaduto sempre il 31 marzo 2016, nel quale potevano confluire le aziende associate alla Federazione Tessilivari in base all’Accordo tra Uniontessile e sindacati del 9/11/2015. Tuttavia, precisiamo che, a differenza dell’Accordo SMI del 27/5/2015, tale accordo non ha previsto alcun prolungamento della durata del CCNL e, pertanto, risulta già scaduto alla medesima data del 31/3/2016, con possibili ulteriori costi per le aziende dal 1° aprile 2016.

Per maggior chiarezza e facilità di consultazione, in allegato pubblichiamo una comunicazione di SMI del 12 novembre 2015 (Circ. n. 15/2015) nella quale è stato riportato un semplice raffronto tra i due accordi, quello di SMI del 27/5/2015 e quello di Uniontessile-Confapi del 9/11/2015, con una tabella di comparazione dei relativi costi contrattuali.

 

Contatti:

dott. Leopoldo Viviani tel. 0574 74040; e-mail:

d.ssa Stefania Rinaldo tel. 055 2707274; e-mail:

Questo contenuto è riservato ai soci. Accedi per leggere tutto.

Accesso utente
   

055 2707