19 Mag 2016

Alla presenza delle Organizzazioni sindacali di categoria, l'intervento introduttivo è

stato tenuto dal Consigliere delegato dott. Daniele Salmaso, che ha sottolineato come

questo rinnovo ricada in un momento particolarmente delicato per le nostre imprese,

illustrando, con i dati elaborati dal nostro Centro studi, l'andamento negativo dei

principali indici macroeconomici e di settore.

 

In questo scenario, il rinnovo del ccnl deve limitarsi a monitorare e garantire il potere

di acquisto delle retribuzioni, tenendo conto dello scostamento inflattivo avvenuto

negli ultimi tre anni.

 

Sul versante normativo, è stata sottolineata la necessità di aggiornare molti istituti

contrattuali, in conseguenza delle recenti riforme intervenute sul tema del lavoro.

Particolare attenzione è stata posta al welfare contrattuale. In modo specifico, da un

lato è stata manifestata una disponibilità a creare le condizioni per una crescita

maggiore del Fondo di previdenza che, a tutt'oggi, ha visto coinvolti meno del 10 per

cento dei dipendenti; dall'altro, esiste una disponibilità, con modalità e tempi da

definire, alla costituzione di un fondo integrativo di assistenza sanitaria, oggi assente

nel settore.

 

I segretari di Femca-Cisl, Filctem-Cgil e Uiltec-Uil hanno preso atto volontà di

Assocalzaturifici, ribadendo, nel contempo, l'impostazione negoziale contenuta nella

loro piattaforma.

 

Al termine dell’incontro, le parti hanno convenuto di aggiornarsi al 14 giugno

prossimo, in sede ristretta, per una analisi più dettagliata delle singole posizioni.

 

Contatti:

dott. Leopoldo Viviani tel. 0571 74040;  e-mail:

d.ssa Stefania Rinaldo tel. 055 2707274;  e-mail:

Questo contenuto è riservato ai soci. Accedi per leggere tutto.

Accesso utente
   

055 2707