07 Lug 2020

Premessa

Il Ministero del Lavoro ha pubblicato un decreto interministeriale, adottato di concerto con il Ministero dell’Economia,  e una circolare esplicativa sulle novità normative in materia di cassa integrazione in deroga.

Richiesta CIGD

Per poter accedere alle prestazioni in deroga per ulteriori 5 settimane, è necessario che siano state autorizzate tutte le precedenti 9 settimane di CIGD, a prescindere dall’effettivo utilizzo dell’ammortizzatore autorizzato.

L’istanza per le ulteriori 5 settimane si deve presentare all’Inps territorialmente competente, anche in caso di imprese c.d. plurilocalizzate.

I datori di lavoro possono richiedere un ulteriore periodo di 4 settimane di CIGD, all’Inps territorialmente competente:

  • per periodi decorrenti dal 1°settembre 2020 al 31 ottobre 2020, solo se hanno interamente fruito il periodo di 14 settimane.
  • in anticipo, rispetto al periodo 1°settembre-31 ottobre, esclusivamenteper chi ha interamente fruito del periodo precedentemente concesso fino alla durata massima delle 14 settimane.

Termini di presentazione delle domande

Le domande di CIGD devono essere presentate entro la fine del mese successivo a quello in cui ha avuto inizio la sospensione.

In sede di prima applicazione, questo termine è differito al 17 luglio 2020 se tale ultima data è posteriore a quella innanzi indicata.

Per le domande riferite a periodi che hanno avuto inizio tra il 23 febbraio 2020 e il 30 aprile 2020 il termine è il 15 luglio 2020.

I datori di lavoro  possono presentare domanda nelle modalità corrette entro trenta giorni dalla comunicazione dell’errore, nel caso in cui:

  • abbiano erroneamente presentato domanda per i trattamenti diversi da quelli a cui avrebbero diritto;
  • abbiano presentato domande con errori o omissioni.

La presentazione della domanda nella modalità corretta è considerata comunque tempestiva se presentata entro il 17 luglio 2020.

Confindustria ci segnala che l’applicazione per presentare le domande di CIGD in caso di imprese plurilocalizzate non è ancora disponibile sul sito dell’Inps.

Nelle more, alcune imprese multilocalizzate stanno presentando la domanda al Ministero del Lavoro. In questo caso, l’Inps dovrebbe rimettere in termine le imprese interessate, prevedendo la possibilità di presentare la domanda di CIGD per coloro che hanno presentato la domanda ad un’altra amministrazione non competente.