05 Nov 2020

Premessa

Il Fondo nuove competenze è uno strumento inedito che mira alla formazione e riqualificazione delle risorse e può essere alternativo al ricorso alla Cassa Integrazione.

L’Anpal ha reso disponibile la procedura per accedere al Fondo che sarà fruibile per gli accordi collettivi stipulati entro il 31 dicembre 2020, nel limite dei fondi stanziati.

Finalità e oggetto dell’intervento

Gli interventi del Fondo Nuove Competenze hanno ad oggetto il riconoscimento di contributi finanziari in favore di tutti i datori di lavoro privati che abbiano stipulato accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro per i quali le ore in riduzione dell’orario di lavoro sono destinate a percorsi di sviluppo delle competenze dei lavoratori.

Gli accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro devono:

  • essere sottoscritti entro il 31 dicembre 2020;
  • prevedere i progetti formativi finalizzati allo sviluppo delle competenze;
  • contenere il numero dei lavoratori coinvolti nell’intervento e il numero di ore dell’orario di lavoro da destinare a percorsi per lo sviluppo delle competenze;
  • nei casi di erogazione della formazione da parte dell’impresa, la dimostrazione del possesso dei requisiti tecnici, fisici e professionali di capacità formativa per lo svolgimento del progetto stesso;
  • rientrare nel limite massimo delle ore da destinare allo sviluppo delle competenze per ogni lavoratore che è pari a 250 ore;
  • individuare i fabbisogni del datore di lavoro in termini di nuove o maggiori competenze, in ragione dell’introduzione di innovazioni organizzative, tecnologiche, di processo di prodotto o servizi in risposta alle mutate esigenze produttive dell’impresa, e del relativo adeguamento necessario per qualificare e riqualificare il lavoratore

Gli accordi possono prevedere lo sviluppo di competenze finalizzate a incrementare l’occupabilità del lavoratore, anche al fine di promuovere processi di ricollocazione in altre realtà lavorative.

Il FNC rimborsa il costo, comprensivo dei contributi previdenziali e assistenziali, delle ore di lavoro in riduzione destinate alla frequenza dei percorsi di sviluppo delle competenze da parte dei lavoratori.

Contenuti del progetto

Il progetto deve dare evidenza delle modalità di:

  • valorizzazione del patrimonio di competenze possedute dal lavoratore, anche attraverso servizi di individuazione o validazione delle competenze;
  • personalizzazione dei percorsi di apprendimento, sulla base della valutazione in ingresso, a partire dalla progettazione per competenze degli interventi coerente con gli standard professionali e di qualificazione definiti nell’ambito del Repertorio nazionale,
  • messa in trasparenza e attestazione delle competenze acquisite in esito ai percorsi e dei soggetti incaricati della messa in trasparenza e attestazione,

Il soggetto erogatore dei percorsi di sviluppo delle competenze è individuato dall’impresa all’interno del progetto formativo e presentato in sede di accordo collettivo.

Destinatari

Tutti i datori di lavoro privati che abbiano stipulato entro il 31 dicembre 2020 gli accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro,  sono destinatari del contributo.

Sono interessati dagli interventi i lavoratori dipendenti occupati nelle imprese ammesse a beneficiare dei contributi finanziari del FNC o in somministrazione, per i quali è ridotto l’orario di lavoro a fronte della partecipazione a percorsi di sviluppo delle competenze, previsti dall’accordo collettivo.

Presentazione dell’istanza di contributo

La presentazione delle istanze, sottoscritte dal legale rappresentante dell’azienda o da suo delegato, avviene sul sito di ANPAL.

L’istanza di contributo deve essere presentata attraverso i modelli messi a disposizione da ANPAL e può essere per singola azienda (Allegato 1.a) o cumulativa (Allegato 1.b) e deve essere allegata la seguente documentazione:

  • l’accordo collettivo;
  • il progetto formativo;
  • l’elenco dei lavoratori coinvolti, con l’indicazione per ognuno di questi del livello contrattuale e del numero di ore di riduzione dell’orario di lavoro da destinare ai percorsi di sviluppo delle competenze;
  • eventuale delega del rappresentante legale corredata da documento di identità del delegante.

Istruttoria delle istanze

L’istruttoria delle istanze di contributo avviene secondo il criterio cronologico di presentazione, a tal fine fa fede data e ora della presentazione dell’istanza di contributo tramite PEC o tramite applicativo.

ANPAL provvede a verificare che:

  • l’istanza sia presentata nei termini e secondo le modalità previste;
  • il soggetto richiedente ricopra la carica di rappresentante legale o sia suo delegato;
  • all’istanza sia allegato l’accordo collettivo, stipulato entro il 31.12.2020, e il progetto formativo;
  • l’accordo collettivo e il progetto formativo rispettino i requisiti previsti
  • sia rispettato per lavoratore il limite massimo di 250 ore di riduzione dell’orario di lavoro;
  • i datori di lavoro siano in regola con il versamento dei contributi previdenziali ed assistenziali (verifica DURC).

In fase di verifica istruttoria si terrà conto di quanto previsto dalla normativa vigente in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.  

Ai fini dell’approvazione dell’istanza, ANPAL richiede alle Regioni/Province Autonome interessate di esprimere, tenendo conto anche della programmazione regionale, un parere sul progetto formativo. Decorsi i 10 giorni dalla data di richiesta il parere si intende acquisito positivamente per silenzio assenso.

In funzione dell’esito delle verifiche del possesso dei requisiti e del parere della Regione interessata dal progetto formativo, ANPAL approva o rigetta l’istanza di contributo.

Al soggetto richiedente è sempre notificato l’esito.

Nel caso di approvazione la notifica è corredata dell’informazione relativa al contributo massimo erogabile.

Termini di realizzazione dei percorsi di sviluppo delle competenze

 I percorsi devono essere realizzati entro i 90 giorni dall’approvazione della domanda.

Modalità di erogazione del contributo

L’erogazione del contributo è eseguita da INPS, su richiesta di ANPAL, in due tranche: anticipazione del 70% e saldo.

L’approvazione dell’istanza di contributo determina per il soggetto richiedente l’erogazione, a titolo di anticipazione, del 70% del contributo concesso.

Il saldo può essere richiesto al completamento delle attività di sviluppo delle competenze da parte dei lavoratori e deve essere presentata attraverso il Modello Richiesta di saldo nei successivi 40 giorni dalla conclusione dei percorsi di sviluppo delle competenze.