26 Mag 2021

Il Decreto legislativo 3 settembre 2020, n. 116 ha introdotto alcune importanti modifiche al Testo Unico dell’Ambiente (articoli 183, 184, 195 e 198 del D. Lgs. 152/2006), in particolare in materia di gestione dei rifiuti.

Come ampliamente trattato durante l’ultimo evento organizzato lo scorso 11 maggio con Confindustria e a cui rimandiamo per il report e le slide nella news apposita, la normativa riporta l’esclusione totale dall’applicazione della TARI, sia con riferimento alla quota fissa che alla quota variabile, delle superfici dove avviene la lavorazione industriale, nonché dei locali e delle aree di stoccaggio di materie prime, di merci e di prodotti finiti, in quanto produttrici esclusivamente di rifiuti speciali.

Riportiamo di seguito alcune indicazioni operative.

Questo contenuto è riservato ai soci. Accedi per leggere tutto.

Accesso utente